Il sito ti piace? Condividilo su:

Insieme Formia, una stagione top tra campionato e tornei. Il bilancio di Anelli
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Si è conclusa una stagione particolare per l’Insieme Formia. La nenonata società aurunca, che preso redini e titolo della vecchia Insieme Ausonia, si è presentata per la prima volta in Serie D con tutta l’umiltà del caso: un atteggiamento che ha pagato con ottimi risultati. Al termine del campionato, infatti, la squadra di Amato ha raggiunto un sesto posto davvero soddisfacente, addirittura sfiorando la partecipazione ai play-off. Il factotum della società Giuliano Anelli, uno dei principali artefici del miracolo Insieme Ausonia prima ed Insieme Formia poi, tecnico federale ed esperto nell’attività di scouting, ha fatto un bilancio a 360° della stagione, soffermandosi non solo sulla grande crescita della squadra in Serie D ma anche sul Torneo Città di Ausonia, una manifestazione di valenza nazionale, svoltosi con molto successo tra il 1° ed il 5 giugno.

“Vorrei introdurre questa nostra amichevole chiacchierata proprio facendo riferimento al 1° Torneo Juniores Nazionale Città di Ausonia” - esordisce Anelli. “In un anno in cui la pandemia ha purtroppo penalizzato le varie attività ed in particolare la categoria Juniores Nazionale, abbiamo voluto dare il giusto sfogo e premio proprio ai ragazzi di questa annata. La manifestazione è stata prestigiosa ed ha visto la partecipazione, oltre che dell’Insieme Formia, anche del Latina Calcio, del Cassino e dell’Isola Liri, che alla fine ha sostituito l’Atletico Fiuggi. Le semifinali hanno visto prevalere il Latina sul Cassino ed il Formia sull’Isola Liri, con la conseguente finale che ha premiato il Latina, vincitore per quattro a due. Una squadra molto forte quella nerazzurra, con anche diversi 2002 che hanno avuto modo di giocare in serie D. La Juniores del Formia, zeppa anche di 2004, ha ceduto con grande onore e questa cosa ci fa ben sperare per il futuro, anche perché diversi ragazzi hanno poi avuto modo di esordire nella massima serie nazionale: nomino a tal proposito i 2003 Gentile, Di Carlo e Sibilla e i 2004 Cuzone, Ziù e Nappello”.

Passando a parlare dell’ottima stagione in Serie D, Anelli fa i complimenti alla squadra. “È stata un’annata importante, siamo andati vicini alla disputa dei play-off da esordienti assoluti. Peccato davvero per la gara di Nocera Inferiore, che vincevamo per due a zero , dopo aver fallito per due volte la terza rete, abbiamo subito il pareggio dei campani. Con quei tre punti oggi saremmo in campo per la disputa degli spareggi ma siamo comunque la rivelazione del girone. Aggiungiamoci che il nostro attaccante Gomez ha sfiorato il titolo di capocannoniere con sedici reti (il primo è arrivato a 18, ndr) ed è giunto quarto nella Scarpa d’oro dell’intera serie D. Una citazione doverosa per Camilli, una seconda punta presa a dicembre dal Lanusei che da noi si è subito imposto realizzando otto assist e quattro reti. Bravi comunque tutti data anche l’età media della squadra: 23 anni e 8 mesi, terza assoluta”.

Dopo un anno dal trasferimento a Formia che bilancio puoi fare? “Ovviamente Formia è una città del glorioso passato, è stata in Serie C ed è tuttora un importante punto di riferimento vista anche la presenza del centro Sportivo CONI. Il passaggio ci ha dato la possibilità di aumentare soprattutto le partnership per raggiungere un importante pareggio di bilancio che è fondamentale nel calcio moderno. Ausonia è sempre nel cuore, basti vedere il coinvolgimento in vari progetti proprio come avvenuto in occasione del torneo. Immediato futuro? Punteremo soprattutto a rafforzare il settore giovanile con figure altamente professionali perché senza un vivaio adeguato non è facile fare calcio a certi livelli. Poi c’è l’intenzione di aumentare le strutture a disposizione nostra e anche di altri: è in cantiere, ad esempio, l’idea di creare un centro di permanenza per le avversarie che verranno a sfidarci, soprattutto le sarde. Sono molte le idee, vedremo cosa si potrà realizzare nei prossimi mesi. Quanto al calcio giocato, in Serie D non sarà facile ripeterci ma noi vogliamo cercare sempre di fare benissimo e sono certo che anche la prossima stagione cercheremo di essere protagonisti”.

E, vedendo il curriculum dell’Insieme di questi anni, c’è da scommetterci.

 
Banner
Banner
Banner
Banner



Copyright © 2019 www.calciociociaro.com - Tutti i diritti riservati

cookieassistant.com