Il sito ti piace? Condividilo su:

Arce e Sora, vittorie a tavolino. Cambia la classifica di Eccellenza
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Sul c.u. n. 401 LND, pubblicato da poco dal Comitato Regionale Lazio, sono stati riportati dei provvedimenti del Giudice Sportivo che riguardano direttamente tre formazioni ciociare e che modificano sostanzialmente la classifica del girone “B” del campionato di Eccellenza.

Quanto al ricorso effettuato dall’Audace relativamente alla gara con l’Arce dello scorso 3 Aprile, i romani avevano fatto presente che il tempo effettivo del recupero non era coinciso con quanto inizialmente dichiarato. Il giudice però ha respinto la disamina dei padroni di casa, restituendo all’Arce i tre punti conquistati sul campo.

Contemporaneamente, il Giudice Sportivo ha esaminato il reclamo fatto pervenire dal Sora Calcio relativamente all’incontro disputato domenica ad Ausonia. I bianconeri sostenevano come la posizione dell’attaccante dell’Insieme Ausonia, Palumbo, fosse irregolare. L’autorità sportiva ha dato loro ragione specificandone nei dettagli i motivi per cui il calciatore era in posizione non equa.

Infine il giudice ha inflitto la sconfitta a tavolino alla Cavese dopo la sospensione della gara di domenica a causa di disordini creati dai propri calciatori.

Di seguito le sentenze relative alle gare Audace-Arce e Insieme Ausonia-Sora. Nella sezione “Competizioni” la classifica è già stata modificata.

 

GARE DEL 31/ 3/2019

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

AUDACE - ARCE 1932

Il Giudice Sportivo

- Sciogliendo la riserva di cui al C.U. n. 368 del 3/4/2019

- Esaminato il reclamo fatto pervenire a seguito di tempestivo preannuncio dalla società AUDACE con il quale si deduce che la gara d cui in epigrafe non avrebbe avuto regolare svolgimento in quanto l'arbitro avrebbe fischiato la fine con anticipo di 1 minuto e 38 secondi prima della fine regolare della stessa.

- La reclamante sostiene che l'arbitro e il suo assistente, sono incappati in incomprensioni sul periodo di recupero. Per l'effetto chiede la ripetizione della gara per errore tecnica da parte dell'arbitro.

- Il reclamo è infondato. Esaminati gli atti ufficiali della gara, come noto fonte privilegiata di prova (ex art. 35) e sentito l'arbitro, questi con supplemento di rapporto riferisce che aveva concesso alla fine del secondo tempo 5’ di recupero.

- Al compimento del tempo decretava la fine della gara emettendo il triplice fischio.

- I, dirigenti della società AUDACE facevano, presente all'arbitro dell'anticipata conclusione della gara però l'arbitro conscio di aver assegnato 5' di recupero considerava la gara conclusa al 50.

- Dal regolamento del giuoco del calcio, la regola 5 poteri e doveri dell'arbitro recita che "l'arbitro funge da cronometrista".

- In considerazione di quanto sopra, la gara ha avuto regolare svolgimento e le doglianze della reclamante non possono essere prese in considerazione.

PQM

DELIBERA

a) Di respingere il reclamo proposto dalla società AUDACE

b) Di convalidare il risultato della gara conclusosi con il seguente punteggio: AUDACE ARCE 1932 0 - 1.

c) La tassa reclamo va addebitata.

 

GARE DEL 28/ 4/2019

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

POL.INSIEME AUSONIA SRL - SORA CALCIO

Il Giudice Sportivo

- esaminato il reclamo fatto pervenire nei termini previsti dal C.U. n. 15/A del 4.12.2018 della FIGC dalla società SORA CALCIO con il quale si deduce che la gara di cui in epigrafe non avrebbe avuto regolare svolgimento per la partecipazione alla stessa del calciatore PALUMBO Gianmario (POL. INSIEME AUSONIA) in quanto squalificato per due gare complessive come risulta dal C.U. n. 381 del 9.04.2019 invocandosi per l'effetto quanto previsto dal CGS.

Il reclamo è fondato.

Infatti il calciatore risulta in posizione irregolare e quindi, non aveva titolo a partecipare alla gara in epigrafe, non avendo scontato la squalifica di una gara irrogatagli con C.U. n. 381 del 9.04.2019 per recidività in ammonizione (V infrazione) e una gara per espulsione diretta.

Considerato che la squalifica, ai sensi dell'art. 22 comma 2 del CGS il calciatore avrebbe dovuto scontarla a partire dal giorno immediatamente successivo a quello di pubblicazione del Comunicato Ufficiale.

Quanto sopra premesso, accertata l'irregolarità alla partecipazione del calciatore PALUMBO Gianmario (POL.INSIEME AUSONIA) alla gara in oggetto.

Visto l'art. 22 comma 2 del CGS

PQM

DELIBERA

a) di accogliere il reclamo proposto dalla società SORA CALCIO;

b) di irrogare alla società POL.INSIEME AUSONIA la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0 - 3, nonchè l'ammenda di euro 100,00;

c) di inibire il dirigente accompagnatore CASTELLI Angelo Luigi (POL.INSIEME AUSONIA) fino al 17.05.2019;

d) di squalificare per una ulteriore giornata di gara il calciatore PALUMBO Gianmario (POL.INSIEME AUSONIA).

Nulla sulla tassa reclamo.

 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner



Copyright © 2019 www.calciociociaro.com - Tutti i diritti riservati

cookieassistant.com