Il sito ti piace? Condividilo su:

Al Frosinone è sufficiente il pareggio per andare in finale: ultimo ostacolo sarà il Palermo
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

SERIE B

Play-off, semifinale ritorno

Frosinone - Cittadella 1-1

Frosinone (3-4-1-2): Vigorito; M. Ciofani, Terranova, Krajnc; Matarese (39’ st Frara), Chibsah, Gori, Crivello; Soddimo (22’ st Koné); Ciano, Dionisi (26’ st Citro).

A disp. Bardi, Russo, Besea, Maiello, Beghetto, Volpe, Sammarco, Verde.

All. Longo.

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Adorni, Varnier, Benedetti; Bartolomei, Iori, Lora (13’ st Chiaretti); Schenetti (25’ st Arrighini); Vido, Strizzolo (10’ st Kouamé).

A disp. Paleari, Pezzi, Pelagatti, Pasa, Liviero, Maniero, Fasolo.

All. Venturato.

Arbitro: Nasca di Bari.

Marcatori: 2’ st Gori (F), 30’ st Kouamé (C).

Note: ammoniti Crivello, Ciano, Chiaretti. Espulso al 47’ st Varnier (C) per doppia ammonizione. Recupero 0’ pt 4’ st.

Frosinone - Al Frosinone è sufficiente un pareggio per arginare l’ostacolo Cittadella e raggiungere la finale dei play-off, dove incontrerà il Palermo, che dal suo canto ha eliminato il Venezia. Formazione ampiamente rimaneggiata per i padroni di casa, che hanno sofferto la brillantezza degli avversari ma sono riusciti a condurre in porto un passaggio del turno che non era semplice.

Partono subito forte i veneti, che nei primi minuti si affacciano più volte dalle parti di Vigorito. Gli ospiti sono in palla, ma i padroni di casa danno l’idea di essere concentrati. Nella seconda metà del primo tempo il portiere ospite Alfonso si esalta in un paio di circostanze, volando a deviare prima una punizione di Ciano e quindi un gran tiro di Gori.

Il centrocampista ciociaro è ancora una volta protagonista di una gara con la bava alla bocca e ad inizio ripresa sblocca il risultato finalizzando una corta respinta della difesa avversaria. Il Cittadella non ci sta e reagisce in modo veemente, con Vigorito che pochi minuti più tardi salva d’istinto su Lora. Venturato mette in campo Kouamè, che ad un quarto d’ora dalla fine pareggia i conti von un preciso diagonale, approfittando di un errato posizionamento della difesa di casa. Finale di gara nervoso, che però non produce particolari occasioni da una parte e dall’altra: in virtù del miglior posizionamento in campionato, il Frosinone guadagna la finalissima, che lo vedrà scontrarsi in un doppio confronto con la corazzata Palermo. Le due gare che decideranno la terza squadra che andrà in Serie A a far compagnia ad Empoli e Parma si giocheranno mercoledì 13 e sabato 16, entrambe alle ore 20:30. Andata in Sicilia, ritorno allo Stirpe.

 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner



Copyright © 2017 www.calciociociaro.com - Tutti i diritti riservati

cookieassistant.com